Gira la moda – Il ritorno delle frange

Li chiamavano anni ruggenti, quelli del Jazz e del Charleston, dove le cosiddette flapper-girls lasciavano a bocca aperta donne e uomini, facendo ondeggiare con i loro movimenti sinuosi strati di frange, ad enfatizzare il ritmo della musica, ma soprattutto, le forme del corpo. Perle, tessuto, pelle, le frange sono entrate nella moda prepotentemente, e così come tanti stili e tendenze, ciclicamente ritornano, in passerella ed in strada, su abiti, giacche, borse ed accessori.

Dagli anni 30 in poi, le frange vanno ad arricchire abiti da favola e da scena, così come entrano a far parte dell’abbigliamento quotidiano delle donne, ricoprendo l’intero abito o arricchendone piccoli dettagli, diventando protagoniste assieme alle bellezze di cui abbracciavano le forme.
In strada, in passerella, in teatro, in film da Oscar.

Non c’è uno stile a contraddistinguerle, romantiche, country, eleganti o rock, ciò che conta davvero, è essere libere di esprimersi attraverso uno stile personale, che ci faccia sentire perfettamente a nostro agio, e che ci dia la possibilità di giocare con i dettagli.

 

Frange1

frange2

kate-moss-x-topshop-2014

nathalia8

MIDNIGHT MARY, Loretta Young, Franchot Tone, 1933

 

Called them Roaring Years, those of Jazz and Charleston, where the “flapper-girls” left gaping women and men, waving with their movements layers of fringe, to emphasize the rhythm of the music, but above all, forms of body. Beads, fabric, leather, fringed entered powerfully in fashion, and like many styles and trends, come back, on the catwalk and in the street, on dresses, jackets, bags and accessories.

Since the 30’s, the fringes enrich fabulous dresses, as well as becoming part of daywear women, covering the whole dress or enriching small details, becoming protagonists.
On the street, on the catwalk, in the theater, in film Oscar.

There isn’t a style they can be identified, romantic, country, elegant or rock, what really matters, is to be free to express yourself through a personal style, and that gives us a chance to play with details.

 

Annunci
1 commento
  1. Questo intervento è molto scritto bene, come l’intero blog in generale.
    Son un frequente affezionato, a presto.

    scopri questo sito web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: