25 Novembre · La voce delle Donne

25 Novembre.

Questa settimana anticipiamo di un giorno il nostro blog per una causa importante, per supportare una creatura che amiamo con tutto il cuore e che come si usa dire, non andrebbe toccata neanche con un fiore. La Donna.

Oggi è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, non una data a caso ma il triste ricordo di un assassinio avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana. In tempi di dittatura tre ragazze, le sorelle Maribal (considerate delle rivoluzionarie) vennero brutalmente torturate, strangolate e uccise, i loro corpi vennero gettati in un burrone così che tutti credessero alla causa accidentale. Sembra una storia così antica? La verità è che le cose da quel giorno non sono poi così cambiate. Non sempre, non ovunque.

La violenza si nasconde dietro agli incidenti domestici fasulli, dietro al silenzio delle donne la cui voce viene tenuta sotto scacco dalla paura. Sappiamo che non è sufficiente una semplice parola così un semplice blog, ma la nostra voce unita in rete e nelle strade può aiutare le donne vittime di violenza a non avere paura, a percepire che non sono sole, a capire che sono davvero tante le associazioni il cui unico credo è l’aiuto reciproco, persone meravigliose che donano il proprio tempo ad una causa importante. Siamo donne, e ora più che mai abbiamo capito di essere forti, combattiamo con la voce e  il coraggio affinché questa brutalità divenga un ricordo, cessando di essere parte del nostro quotidiano.

violenza donne2

rhkgtdjsyzpxnzayhxa9

194329171dea96ccf0070249bfcbadb6-d4qj7di

Norbert-Baksa-Der-Migrant-3

original_319721_qkBqduNYv_QdDrw0otiSEjut4

November, 25th

This week we anticipate by a day our blog post for an important cause, to support a creature we love with all our heart and, as it’s used to say, shouldn’t be touched neither with a flower. The Woman.

Today is the international day for the elimination of violence against women, not a random date, but a sad memory of an assassination happened in 1960 in Dominican Republic. Under that dictatorship period, three girls, known as the Maribal sisters (considered as revolutionaries) have been brutally tortured, chocked and killed. Their bodies have been thrown into a ravine, and everyone thought about an accident. Does it seems an antique story? The truth is that such things are not changed so much since that day lost in past. Not everywhere, not always.
Violence hides behind fake domestic accidents, behind the silence of the women whose voice is kept under checkmate by fear. We know that a simple word, nor a simple blog are not enough, but our voice, bent over the streets and on the world wide web, can help the women victims of violence to be not afraid, to perceive that they’re not alone, to understand that there’s a lot of associations whose unique belief is the mutual help, wonderful people who donate their time to a superior cause. We are women, and now we are understanding our force, in order to fight with our strong voice and courage, to let this brutality become a bad memory, ceasing to be an heavy part of our days.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: